14.10.2018 Rugby Calvisano - Crema Rugby Club

I Partita campionato Serie C Nazionale 2018/2019

La prima partita in  questa serie C 2018- 2019 del rugby cremasco è stata probabilmente la più dura che potesse esserci in campionato, nel campo del Calvisano Rugby, una delle formazioni più accreditate per salire a fine stagione.

Il tecnico cremasco ha messo in campo una formazione ottimale ben conoscendo il valore dei giocatori avversari nella cui formazione ha militato con grandi successi nel passato. 

Tanta l’emozione per i cremaschi per l’esordio nel nuovo campionato che si è vista  fin dall' inizio così dopo una prima fase di studio i  padroni di casa, sono riusciti a realizzare due segnature  di cui una pesante partendo da errori cremaschi. 

Al 19’ con il risultato sul 8-0 , i cremaschi hanno iniziato a fare le cose con minor foga riuscendo ad arginare la manovra bresciana. 

E’ il momento migliore per il Crema che si è assestato a lungo in attacco respingendo ogni progressione avversaria. Degna di nota un’azione della mischia fermata a pochi metri dalla linea di meta. 

I cremaschi cadono però ancora tre volte puniti, la prima, dalla mischia  avversaria e poi da due belle azioni bresciane che, portando la palla al largo sono riusciti, grazie alla manovra dei loro giocatori, ed alla velocità dei propri trequarti a raggiungere il il bonus già alla fine del primo tempo. Le due squadre sono così andate al riposo sul 25-0.

Nell’intervallo Ravazzolo ha strigliato i suoi ragazzi chiedendo maggiore attenzione vista la qualità degli avversari.

La seconda frazione di gioco ha visto i padroni di casa  subire a lungo la formazione Cremasca che però, a differenza dei bresciani,capaci di sfruttare tutte le occasioni avute, non è riuscita a concretizzare in meta le diverse occasioni costruite per raddrizzare la partita se non al minuto 16 quando Bissa è riuscito a schiacciare la palla in area di meta una travolgente azione di mischia che poi il piede di Fusar Poli trasformerà per il parziale di 25 - 7.

Il Crema prova ancora ma il Calvisano regge e con l passare dei minuti anche lo sforzo cremasco perde di intensità.ftti tuui cambi la partita si trascina alla fine senza ulteriori emozioni se si esclude la  meta finale,che sa di beffa, dei padroni casa che realizzano il 32 -7 intercettando un passaggio cremasco proprio allo scadere.

Una partita tecnicamente perfetta per i padroni di casa che, grazie alle qualità individuali dei propri giocatori, hanno sfruttato ogni errore neroverde; i bresciani si sono confermati i maggiori pretendenti alla promozione potendo contare tra le loro file molti giocatori provenienti dal massimo campionato italiano.

In casa cremasca, diversamente da quello che si potrebbe pensare dopo aver subito un 32 - 7, il clima è quello giusto dopo una partita persa davanti ad un avversario onestamente oggi più forte, resta infatti la  convinzione a fine partita,che non ci sia tutto questo divario fra le due formazioni. 

Molto bello il saluto finale davanti ai tantissimi tifosi nero verdi giunti con le famiglie intere in questa prima di campionato.

Massimo Ravazzolo a fine partito ha radunato attorno a sé i ragazzi per fare una prima analisi a caldo della partita e chiedendo maggiore intensità in allenamento; non sono mancati i complimenti ai suoi ragazzi per la buona attitudine mentale messa in campo contro avversari che nelle passate stagioni hanno militato nel massimo campionato italiano.

Ovviamente nell’esordio in serie C  in molti avrebbero sperato in un risultato diverso, come successo l'anno scorso, ma non sono sicuramente queste le partite da vincere per arrivare alla salvezza.

Domenica il debutto casalingo contro un'altra delle indiziate alla promozione: la Bassa Bresciana Leno.

Gli altri risultati del girone B poule 2 della Serie C:

Bassa Bresciana Leno – Rugby Fiumicello 37-12

Rugby Desenzano - Botticino 10 - 29