01.05.2016 Crema Rugby Club - Selvazzano Rugby

IX partita seconda fase campionato Serie C nazionale

Ferri, Locatelli, Frosio

Un Crema eccezionale archivia l'ultima gara casalinga della stagione con uno straripante successo sul Selvazzano rimandando il discorso salvezza all'ultima giornata in quel di Ospitaletto in un vera e propria finale.

Sarà un' ultima giornata davvero emozionante, infatti, dopo i risultati odierni, saranno ben quattro le squadre che si giocheranno la permanenza nel girone elite della serie C nazionale con due spareggi: uno si disputerà a Selvazzano che, con la sconfitta di oggi e la concomitante vittoria del CUS, è stato risucchiato nella mischia ed affronterà proprio i Cussini in una gara da dentro o fuori e l'altro ad Ospitaletto, dove i ragazzi Cremaschi si andranno a giocare la permanenza in categoria nell'altra gara senza ritorno.

Il Crema con la vittoria di oggi si è conquistato il fatto di essere padrone del proprio destino e con una vittoria sarebbe salvo senza aspettare l'esito dell'altra partita. Sarà una battaglia contro una squadra ostica e difficile da affrontare ma il Crema di oggi non deve temere nessuno vista l'esaltante prestazione fornita dai ragazzi di Forte che, davanti ad un meraviglioso pubblico che mai ha smesso di incitarla, ha sciorinato una delle migliori prestazioni stagionali.

l'eloquente punteggio di 44-3 basterebbe per descrivere l'andamento della partita ma non è stato così semplice come sembrerebbe.

Il Crema parte timoroso e contratto e la consapevolezza dell'importanza della posta in gioco sembra frenare la squadra nero verde che si scioglierà e sarà devastante solo nel corso della ripresa.

La cronaca parla di una superiorità territoriale della squadra di casa che si concretizza solo con due calci piazzati di Fusarpoli anche oggi praticamente infallibile al minuto 6 e 15 ai quali risponde al minuto 27 un calcio piazzato degli ospiti.

Alla mezz'ora il risultato è in bilico nonostante la superiorità crescente della squadra neroverde che trova finalmente la meta con Loda al minuto 33 in una sua classica galoppata solitaria il piede di Fusar poli poi sancisce il primo strappo 13 - 3 e tutti negli spogliatoi.

Troppo poco per essere sicuri del risultato finale ed ancora lontani dal punto di bonus essenziale ai fini della lotta salvezza ma al minuto 3 della ripresa Crotti schiaccia in meta una travolgente azione della mischia e ancora Fusarpoli sancisce il 20 a 3 da qui in poi non ci sarà più partita con il Crema che, finalmente scrollatosi di dosso la paura, inizia a giocare il suo brillante rugby schiacciando i Veneti nella propria metà campo. Sarà, la seconda frazione, una cavalcata trionfale con i veneti annichiliti ed il Crema padrone di ogni fase di gioco sia in mischia chiusa che in campo aperto come anche nelle touches.

Altre quattro  saranno le mete crema: due di capitan Frosio oggi vero trascinatore della squadra al minuto 7 e 25 una a testa di Locatelli al minuto 22 e di Finardi al minuto 37.

Emozionante anche l'inizio di partita per Codecà al suo debutto stagionale da titolare alla sua ultima apparizione per raggiunti limiti di età.

Ora l'ultima fatica dei ragazzi Cremaschi che per quello visto fino ad ora non meritano certo una categoria inferiore e perciò domenica tutti ad Ospitaletto a tifare Crema.

Corsa Locatelli

Formazione

Locatelli Luca, CodecĂ  Armando, Guanzini Iacopo, Finardi Matteo, Fusarpoli Matteo, Muzzin Guerrino, Manclossi Christian, Crotti Paolo, Scaglia Marco, Cremonesi Filippo, Libutti Luigi, Frosio Danilo, Grana Giancarlo, Saerri Mauro, Salini Samuele. Malvicini Manuel, Foglio Dimitri, Bellissima Francesco, Ferri Matteo, Loda Andrea, Foltran Federico, Cremonesi Marcello. All. Forte Claudio.