24.04.2016 Rugby Vicenza - Crema Rugby Club

VIII partita seconda fase campionato Serie C nazionale

Il Crema torna da Vicenza con un solo punto dopo avere messo paura alla capolista e sfiorato una vittoria che avrebbe dato una svolta  decisiva al proprio campionato.

L'ennesima occasione persa della stagione, condanna il Crema ad un finale di  campionato al cardiopalma con le ultime due partite da vincere assolutamente per restare in serie C1.

Contro la capolista  la squadra di Forte dimostra di meritarsi la categoria giocando alla pari ed anzi mettendo sotto in più occasioni i forti Vicentini. A condannare i Cremaschi  sono un scellerato ed inspiegabile quarto d'ora iniziale e la maggiore esperienza dei padroni di casa nel finale di gara dove, raggiunti sulla parità, sono riusciti a segnare la meta della vittoria. Al Crema è mancato l'istinto del killer per uccidere la partita dopo averla raddrizzata. 

Partenza ad handicap per la squadra di Forte che accumula, in quindici minuti, ben diciassette punti di passivo, frutto di due mete ed un piazzato, contro i soli tre del Crema grazie al piazzato di Fusar Poli.

Un parziale di 17-3 che avrebbe ammazzato un toro ma non il Crema di questa stagione che piano piano si riorganizza  e chiude nella propria metà campo il Vicenza.

La pressione e la mole di gioco Cremasca però frutta solo una meta, per altro bellissima, nel finale di tempo quando Filippo Cremonesi schiaccia in meta una travolgente azione del pack di mischia Cremasco riaprendo parzialmente la partita: 17 - 8  e tutti negli spogliatoi a pensarci sopra.

All'ottavo del secondo tempo però il Vicenza sembra chiuderla definitivamente portandosi sul 22-8 dopo la segnatura di una bella meta.

Qui esce il cuore ed il carattere del XV cremasco che ha una reazione splendida e con le mete di Locatelli  e Guanzini entrambe trasformate da Fusar Poli si porta sulla parità a poco più di dieci minuti dalla fine.

Forse lo sforzo profuso o forse la paura di vincere blocca il Crema che non riesce a concretizzare la propria supremazia sbagliando diverse occasioni per portarsi in vantaggio ed anzi subisce, nell'unica occasione avversaria, la meta che ne decreta la sconfitta: 27-22 il risultato finale.

Questa sconfitta lascia davvero l'amaro in bocca ai ragazzi di Forte perché immeritata  e beffarda visto il gioco espresso dalle due formazioni e l'andamento della gara stessa ma deve però dare fiducia  e morale per le due restanti partite da disputare e da vincere assolutamente.

Da segnalare inoltre il debutto dal primo minuto di Marcello Cremonesi giovane promessa Cremasca che proveniente dalla U 18 si è inserito subito nei meccanismi della Senior disputando una prestazione eccellente.

Se il Crema riuscirà a limitare quelle amnesie che in certi momenti della gara lo colgono e ad essere solo un pochino più concreto in fase realizzativa certamente porterà a casa la tanto agognata salvezza: a partire già domenica prossima quando affronterà, nell'ultimo incontro casalingo, il Selvazzano nella prima delle due partite senza ritorno.

Formazione

Loda Andrea, Cremonesi Marcello, Guanzini Iacopo, Locatelli Luca, Fusarpoli Matteo, Muzzin Guerrino, Manclossi Christian, Crotti Paolo, Bissa Luca, Cremonesi Filippo, Bellissima Francesco, Ferri Matteo, Grana Giancarlo, Foglio Dimitri, Salini Samuele. Libutti Luigi, Saerri Mauro, Scaglia Marco, Finardi Matteo, CodecĂ  Armando, Foltran Federico, Frosio Danilo. All. Forte Claudio