08.05.2016 Ospitaletto C.P.R. - Crema Rugby Club

X partita seconda fase campionato Serie C nazionale

Placcaggio Finardi

Il Crema si salva anzi no: una decisione contestata dell'arbitro annulla una meta regolare all'ultimo minuto della formazione cremasca e condanna la squadra nero verde alla retrocessione.

Questo episodio, purtroppo, fa passare in secondo piano una partita  bella e combattuta nella quale le due formazioni si sono affrontate a viso aperto e senza esclusione di colpi dando tutto quello che avevano e regalando ai tantissimi spettatori presenti uno spettacolo vibrante ed emozionante fino al triplice fischio finale.

La cronaca, peraltro ricchissima, parla di una partita tirata con un botta e risposta tra le due formazioni che lascia il risultato in bilico fino alla fine.

Il primo quarto d'ora è spettacolare con le due squadre che vanno a segno due volte per parte.

Partono forte i padroni di casa che al 4° sorprendono i cremaschi e vanno in meta con il loro mediano di mischia Domenghini, ripetendosi poi al minuto 9 con un azione analoga dell'estremo Marchina, alle quali il Crema risponde con due calci piazzati del solito Fusar Poli al minuto 7 e 14.

Una meta viziata da un evidente interferenza arbitrale che impedisce ad giocatore del Crema il placcaggio sembra dare il break decisivo ai bresciani al minuto 27 ma il Crema reagisce e prima Crotti al minuto 29 con una ripartenza veloce e poi al 40 il piede di Fusar Poli fissano il punteggio della prima frazione di gioco sul 19 -16. 

La partita è più che mai aperta e la ripresa parte con il Crema in avanti a cercare di ribaltare il risultato ma è l'Ospitaletto a trovare ancora la segnatura al minuto 9.

Da qui in poi il Crema prende la partita in mano conquistando metri e relegando i padroni di casa nella propria metà campo fino a trovare la meta del 21 a 24 di Ferri che al minuto 23 schiaccia nell'angolo una bella azione di mischia.

L'ultimo quarto d'ora di fatto si gioca nei ventidue bresciani con il Crema alla ricerca della meta salvezza ed i locali a difendere il risultato.

Le notizie dall'altra sfida salvezza dicono di un Brescia vincente sul Selvazzano rendendo inutile la vittoria dell'Ospitaletto ma anche un eventuale pareggio condannerebbe il Crema che perciò da fondo a tutte le sue energie ed allo scadere, dopo una lunga pressione sulla linea di meta avversaria va in meta con Crotti.

Meta questa che vorrebbe dire vittoria e salvezza ma l'arbitro, tra lo sorpresa di tutti i presenti, annulla a causa di una presunta interferenza nell'azione della segnatura, cosa ininfluente ai fini della meta rivedendo le immagini in TV.

La partita si chiude con la inutile vittoria dei locali e la rabbia dei giocatori cremaschi che coincide con la retrocessione in serie C2. 

La squadra di Forte anche oggi ha dato dimostrazione del suo valore giocando come sa e soprattutto con il cuore rendendo tutti, dal presidente ai giocatori stessi fino all'ultimo dei tifosi orgogliosi di appartenere a questo club a prescindere dal risultato e dalla categoria. 

Placcaggio Crema Rugby Club

Formazione

Locatelli Luca, Loda Andrea, Guanzini Iacopo, Finardi Matteo, Fusarpoli Matteo, Muzzin Guerrino, Manclossi Christian, Crotti Paolo, Scaglia Marco, Cremonesi Filippo, Frosio Danilo, Grana Giancarlo, Saerri Mauro, Salini Samuele. Ferri Matteo, Bellissima Francesco, Malvicini Manuel, Foglio Dimitri, Foltran Federico, Cremonesi Marcello, Bissa Luca. All. Forte Claudio.