21.05.2017 Rugby Dalmine - Crema Rugby Club

Prima partita spareggio promozione Serie C Nazionale

Crema Rugby Club - Placcaggio Locatelli

Va al Dalmine il primo round dello spareggio promozione che si impone sul Crema per 26 - 18 al termine di una partita nervosa e molto spezzettata condizionata dal caldo e da un arbitraggio non all'altezza.

Non è stata una partita spettacolare quella disputata al velodromo di Dalmine: bloccata tatticamente e con le due squadre più concentrate a difendersi che ad attaccare.

Le due formazioni partono contratte soprattutto il Crema sembra sentire in particolare modo la tensione della gara non riuscendo a sciorinare il suo solito gioco fluido e veloce. I tanti falli fischiati da una parte e dall'altra spezzettano la partita che stenta a decollare e cosi fino alla mezzora sono i due calciatori che monopolizzano le segnature 4 per il Dalmine con Gelmini e 2 per il Crema da Fusar Poli.

La partita stagna nella metà campo senza reali azioni pericolose con una leggera predominanza da parte dei padroni di casa che però grazie ad una ingenuità difensiva cremasca realizzano con Morandini al minuto 31 la prima meta dell'incontro che Gelmini poi trasformerà per il 19 - 6. La reazione del crema non si fa attendere ma non è incisiva come in altre occasione e quando lo diventa o un errore di manualità degli attaccanti nero verdi o una decisione arbitrale ai più non capita ne vanifica l'esito: il punteggio cosi non cambia e si va al riposo.

La ripresa parte con tutto un altro appiglio da parte della formazione di Mr. Forte che chiude il Dalmine nei propri ventidue ma le azioni pur tambureggianti sono ancora confuse e come nel primo tempo vengono vanificate da inusuali errori o dall'arbitro, fino al minuto 25 quando Paolo Crotti rompe la difesa bergamasca e schiaccia in meta il piede di Fusar Poli poi realizza il 19 -13.

La partita è in mano ai cremaschi ed il Dalmine sembra alle corde e quando tutti si aspettano la meta cremasca del sorpasso è la squadra locale che nell'unica sortita della ripresa sfrutta un 'altra indecisione difensiva cremasca e realizza al minuto 30 la sua seconda meta con amato che Gelmini trasforma  per il 26 - 13.

La meta subita avrebbe ammazzato chiunque ma non questo Crema che nonostante il caldo ha una reazione veemente e schiaccia nuovamente i bergamaschi nei propri ventidue cogliendo al minuto 39 il frutto dello sforzo con il neo babbo Libutti che con una bella percussione realizza la meta del 26 -18 finale.

Il Dalmine si è dimostrato la una squadra ostica da affrontare, ordinata ,compatta ma niente più ed il Crema torna a casa con la consapevolezza di essere superiore agli avversari nonostante la sconfitta che per quanto visto in campo è immeritata.

Sul campo amico di via Toffetti, tra sette giorni, il secondo round di questo spareggio che il Crema  sarà costretto a vincere rimontando gli otto punti di scarto.

Risultato ampiamente alla portata del Crema se saprà affrontare la gara  con la consapevolezza della propria forza e la convinzione di potercela fare: basta che il Crema torni a fare il Crema e la "remuntada" è possibile.

Crema Rugby Club - Azione Paolo Crotti

Formazione

Finardi Matteo, Bissa Luca, Crotti Andrea, Locatelli Luca, Fusar Poli Matteo, Capelli Marcello, Manclossi Christian, Crotti Paolo, Cella Alessandro, Cremonesi Filippo, Libutti Luigi, Frosio Danilo, Salini Samuele, Grana Giancarlo, Malvicini Manuel. Binetti Fabio, Scaglia Marco, Pertusi Jacopo, Clunie Douglas, Fontanella Aldo, Foglio Dimitri. All. Forte Claudio.